Home » Europa » Portogallo: quando andare?

Portogallo: quando andare?

Portogallo: clima, eventi, stagioni
Il Portogallo esprime il meglio di sé in primavera e in autunno.



Grazie al richiamo del mare, delle lunghe spiagge, delle città romantiche e dell’ottimo cibo, il Portogallo sta diventando una meta sempre più frequentata dai turisti italiani.

Ed il bello è che è perfetta sia d’inverno che d’estate, per non parlare delle mezze stagioni, quando il Paese da il meglio di sé. Si parte da Lisbona, facilmente raggiungibile con i voli low cost che la collegano a numerosi aeroporti italiani e poi si prosegue con il resto del Portogallo: dalla movimentata Algarve, ideale per i giovani in cerca di divertimento, verso la solitaria Costa Vicentina, fino a Ericeria, il paradiso dei surfisti, senza dimenticarsi Porto, dove potrete assaggiare un buon bicchiere del robusto vino omonimo, prodotto in zona.

La formula ideale per visitare il Portogallo è quella del “fly&drive”: in questo modo, con un mezzo proprio, potrete andare alla scoperta del Paese in assoluta libertà, concedervi un bel bagno tra le onde gelate dell’oceano, una mangiata di pesce in riva al mare e un’escursione nell’entroterra, tra castelli, monasteri e palazzi imperiali.

Siete pronti a partire? Ancora no. Prima informatevi sul clima, sui periodi di alta e bassa stagione e sugli eventi ai quali potrete assistere durante la vostra visita. Per aiutarvi nell’impresa (non difficile, invero), abbiamo deciso di scrivere una guida che possa fare al caso vostro, in modo da partire preparati, senza grandi sorprese meteorologiche.

Clima in Portogallo

Grazie all’azione dell’oceano, il Portogallo ha un clima temperato con inverni miti ed estati mai troppo calde. Le precipitazioni si concentrano soprattutto durante l’inverno, tra dicembre e febbraio, anche se le temperature scendono difficilmente sotto i 5°C.

Portogallo: clima, eventi, stagioni
Il Portogallo esprime il meglio di sé in primavera e in autunno.

La parte nord del Portogallo è soggetta a maggiori precipitazioni e fa registrare temperature minori, sia d’inverno che d’estate, rispetto alla costa meridionale, dove il clima è molto più secco: tale differenza si nota anche nella vegetazione, più rigogliosa e verdeggiante al nord e più arida al sud.

Leggermente diverso è il clima che si riscontra nella zona interna: a mano a mano che ci si avvicina al confine con la Spagna e ci si allontana dal mare, il clima diventa via via più continentale, con inverni più freddi ed estati più calde. Un microclima tutto particolare, si registra anche nella parte meridionale del Portogallo, sulle coste dell’Algarve: estati calde, ma non afose ed inverni miti e poco piovosi. Oltretutto in questo tratto di costa, il mare ha temperature leggermente più alte rispetto al resto del Paese.

In inverno, da dicembre a febbraio, la colonnina di mercurio si assesta sui 10°C nella zona nord (Porto) e sui 12°C nella parte centrale (Lisbona). Sale addirittura a 14°C, nei dintorni di Albufeira e Faro. Come abbiamo detto, è in questi mesi che si riscontra una maggior probabilità di precipitazioni, soprattutto nella zona settentrionale. Fortunatamente, al momento in cui l’anticiclone delle Azzorre si riversa sulle coste, le nubi vengono spazzate via, lasciando spazio a giornate di sole pieno.

La stessa azione avviene in estate: è proprio grazie all’anticiclone che le estati sono calde, ma non afose, molto spesso ventilate dall’azione costante del vento che sferza sulle coste: non a caso il Portogallo è uno dei luoghi preferiti dai surfisti. Da giugno a settembre, le temperature superano difficilmente i 30°C: di solito si registrano medie intorno ai 20°C a Porto e ai 23°C a Lisbona. Leggermente più calda è la zona meridionale, con medie intorno ai 27°C: i picchi massimi si registrano quando le correnti provenienti dall’Africa arrivano sulle coste, facendo salire vertiginosamente la colonnina di mercurio, talvolta anche sopra i 35°C.

Le stagioni intermedie, primavera e autunno, sono le migliori per visitare il Portogallo: difficilmente troverete giornate di maltempo continuo e le masse di turisti provenienti da tutta Europa non si sono ancora riversati nel Paese. Tra l’altro, se siete amanti del mare, poco cambia per quanto riguarda la temperatura dell’acqua: a maggio, la media stagionale è di 17°C, mentre in estate si arriva a 20°C, ma solo nel mese di agosto.

Alta e bassa stagione

Il periodo di alta stagione è quello estivo, da fine giugno quando chiudono le scuole, fino a fine agosto, quando i prezzi sono alle stelle. Dobbiamo comunque specificare che il Portogallo non è una meta costosa: anche nel periodo di alta stagione, prenotando con largo anticipo troverete la vostra sistemazione senza dover spendere un’esagerazione. L’unico inconveniente che potrebbe capitarvi in agosto è il fatto di non trovare una sistemazione proprio dove volete, perché già tutte prenotate. In più, in questo periodo, i turisti prendono d’assalto qualsiasi luogo: spiagge, bar, locali, ristoranti, musei: probabilmente troverete code un po’ ovunque.

Il periodo di bassa stagione è quello invernale, tra dicembre e febbraio: in questo momento molte strutture presenti in Algarve chiudono per riposo invernale o per lavori di manutenzione e ristrutturazione: i prezzi sono molto bassi, soprattutto appena fuori da Lisbona.

I periodi intermedi sono i migliori: i prezzi sono leggermente più alti della bassa stagione, ma comunque abbordabili: con pochi euro potrete permettervi una vacanza di alto livello in Portogallo, ma soprattutto sarete lontani dalle folle di turisti estivi.

Eventi in Portogallo

La maggior parte degli appuntamenti organizzati in Portogallo sono a carattere religioso: in questo senso gli eventi di maggior richiamo sono quelli che si svolgono durante la settimana santa di Pasqua, quando processioni e raccolte di fedeli, sfilano per le vie cittadine. Queste sono occasioni magiche, perfette per assaporare appieno lo spirito del Portogallo: sono momenti in cui laico e profano si mescolano, in cui le danze e la musica vi rapiranno la vista e l’udito e momenti in cui potrete scattare delle meravigliose fotografie piene di colori e vivacità. Proprio per quanto riguarda la settimana santa, uno degli appuntamenti più coinvolgenti è quello che si svolge per le vie di Braga, decorate con altari di strada, luci e fiori.

Si arriva la mese di maggio quando a Coimbra si svolge una festa a carattere studentesco: stiamo parlando della Festa dei Nastri, dove vengono bruciati pubblicamente dei nastri colorati che ricordano le varie facoltà universitarie. Sempre a maggio si svolge la festa del Fiore a Madeira: colori e profumi inebriano le vie della città.

A giugno è la volta di Lisbona, con la festa di Sant’Antonio: in tutti i quartieri vengono organizzati mercatini, cene, ritrovi e feste ai quali non potrete mancare se vi troverete in città in questo periodo. Sempre a giugno si svolge la fiera di Porto, mentre nelle Azzorre, l’appuntamento è con la Festa di Sanjoaninas, durante la quale potrete assistere anche ad una corrida. Da fine agosto a fine settembre, potrete partecipare alla Fiera di San Matteo che si svolge tra le vie medioevali di Viseu.

Per altre tipologie di aventi ed appuntamenti vi consigliamo di controllare il sito ufficiale dell’ente del turismo portoghese.


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)