Home » America » Caraibi » Santo Domingo (Repubblica Dominicana): quando andare?

Santo Domingo (Repubblica Dominicana): quando andare?

Santo Domingo e Repubblica Dominicana
Santo Domingo - Repubblica Dominicana: scopriamo il periodo migliore per fare del vero mare caraibico!



Santo Domingo è chiamata amichevolmente dai suoi abitanti “La Capital”. E’ una città dove la vita scorre ancora lenta tra il suono della bachata e i vecchi locali, un luogo che ospita la storia più antica di tutti i Caraibi, dove si trova un forte contrasto tra la tradizione locale e la nuova vita commerciale che la vede in netto sviluppo rispetto a molte altre città dell’arcipelago.

Scegliere Santo Domingo vuol dire immergersi appieno nella cultura della Repubblica Dominicana: un’isola-stato, anzi, metà isola, considerato che l’isola di Hispaniola ha la particolarità di essere divisa in due repubbliche: quella Dominicana ad est, e quella (poverissima) di Haiti ad ovest.

E’ qui che respirerete l’aria del cambiamento, dove potrete visitare musei inseriti tra le liste Unesco e allo stesso tempo immergervi nelle acque cristalline del Mar dei Caraibi.

Il cuore pulsante di Santo Domingo è la Zona Colonial che si estendente per circa undici isolati nel centro della città ed è facilmente visitabile a piedi: passeggiando tra le sue vie e assaporando gli odori e i rumori che provengono dalle abitazioni e dai locali vi sembrerà di essere in un’altra dimensione.
Qui potrete visitare la Catedral Primada de America, la più antica cattedrale americana risalente al 1500 e il Museo Alcazar de Colo, residenza del figlio di Cristoforo Colombo e della sua consorte. Per chi non può fare a meno di immergersi nella tragica storia di quel periodo, potrà recarsi a vistare il Convento de la orden de los Predicatores, istituito nel 1500 per volere dell’ordine dominicano delle Americhe. In questa zona della città si trovano anche altri monumenti risalenti alla seconda metà del 1700, conventi e monasteri consacrati nei primi anni della conquista e alcuni parchi cittadini dove trascorrere qualche momento di piacevole relax.

Il clima a Santo Domingo

Il clima di Santo Domingo è tropicale, con una stagione secca che va da dicembre ad aprile e una piovosa e umida che va da maggio a novembre. Nel periodo estivo, tra giugno e ottobre, c’è l’alto rischio che sulle sue coste si abbattano dei violenti uragani, con piogge e venti molto forti.

Santo Domingo e Repubblica Dominicana
Santo Domingo – Repubblica Dominicana: scopriamo il periodo migliore per fare del vero mare caraibico!

Durante il periodo invernale le temperature oscillano tra i 20° e i 30°, mentre in estate si possono toccare punte di 32°, soprattutto nel mese di agosto. Non è tanto la differenza di temperatura che differenzia le due stagioni, quanto il forte tasso di umidità che si riscontra tra giugno e settembre che rende insopportabili le giornate tanto che in alcuni momenti si può superare il 76% di umidità, soprattutto durante il pomeriggio.

Nel periodo tra maggio ed ottobre c’è un’alta probabilità di pioggia: in media, in questi mesi, piove almeno una decina di giorni al mese, anche se non sarà difficile vedere uscire il sole, immediatamente dopo uno scroscio. La temperatura del mare è costante tutto l’anno: si oscilla tra i 26° nel periodo primaverile fino ai 29° del periodo estivo.

In linea di massima il periodo migliore per visitare Santo Domingo è quello del nostro inverno, ovvero tra dicembre e aprile: quello estivo è sconsigliato soprattutto per il pericolo degli uragani, anche se luglio può essere considerato un buon compromesso da chi non può fare a meno di viaggiare in estate.

Alta stagione Vs Bassa stagione

Il periodo di alta stagione coincide con il periodo invernale, tra dicembre e febbraio, e con alcune settimane di luglio e agosto: questi ultimi sono mesi turisticamente affollati perché molti americani ed europei hanno le ferie a disposizione proprio durante il periodo estivo.
Anche le festività come il Natale e la Pasqua rientrano nel periodo di alta stagione: in questi momenti troverete dei prezzi più alti e luoghi più affollati. Però, se non vi spaventano i prezzi e i turisti, allora il mese che fa per voi è febbraio, ideale per godere anche degli spettacoli del Carnaval, uno degli eventi più attesi dell’isola.

Il giusto compromesso, tra prezzi, turisti e clima è quello che va da fine aprile ad inizio maggio e quello tra fine novembre ed inizio dicembre: i mesi intermedi sono sempre i migliori per recarsi nelle isole caraibiche, visto che troverete delle buone sistemazioni ad ottimi prezzi e le orde dei turisti saranno soltanto un ricordo lontano. Inoltre non ci sarà il pericolo di incontrare i forti acquazzoni estivi, quindi potrete visitare la città e le sue spiagge in totale libertà.

Eventi a Santo Domingo

Come abbiamo detto, l’evento più atteso è senz’altro il Carnaval, celebrato tutte le domeniche del mese di febbraio. Il fulcro del divertimento e delle sfilate si tiene l’ultimo fine settimana di febbraio nelle strade di Santo Domingo: allegria, musica, costumi, danze e una competizione dove partecipano le maschere tradizionali del Carnevale.

Un’altro appuntamento che richiama ogni anno migliaia di fan e turisti curiosi è il Latin Music Festival: di solito si tiene nel mese di agosto allo Stadio Olimpico. Il festival dura tre gironi, durante i quali si alternano cantanti famosi di musica latina accanto ad artisti emergenti: gli stili più suonati sono la salsa e il merengue. Se sapete anche ballarli, oltre che ascoltarli, il divertimento sarà certamente raddoppiato.

Proprio sulle note del merengue si tiene il Merengue Festival: l’appuntamento è per le due settimane a cavallo tra luglio ed agosto, soprattutto nella zona di Malecon, anche se tutta la città sarà interessata da eventi ed appuntamenti.


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)