Home » Italia » Regioni Italiane » Sicilia: quando andare?

Sicilia: quando andare?

Sicilia: quando andare
Il teatro di Taormina: uno degli scorci più suggestivi della Sicilia



Bellissime spiagge come quelle delle cartoline, mare trasparente come quello caraibico: chi l’ha detto che per trovare dei paesaggi da sogno occorre viaggiare verso paesi esotici lontani? La Sicilia è a portata di mano ed offre esattamente quello che vi abbiamo appena descritto!

Oltre a un ricco passato storico, tra le dominazioni degli arabi, dei normanni e degli spagnoli, una tradizione culinaria quasi senza pari rispetto alle altre ragioni italiane, e un patrimonio artistico e culturale unico. Ovviamente senza dimenticarsi la natura: magari non tutti conoscono il Parco Naturale dei Nebrodi, ma certamente tutti avranno ammirato le immagini delle suggestive eruzioni dell’Etna.

E allora via, verso la Sicilia, per un viaggio che arricchirà anche la mente. L’importante, però, è non farsi trovare impreparati e organizzare il viaggio nei periodi migliori, magari lontano dal caos turistico, oppure nel momento in cui i prezzi sono più contenuti rispetto ad altre stagioni. Come è possibile saperlo? Ecco una guida che vi aiuterà nell’impresa, con consigli sugli eventi a cui assistere, i momenti di alta e bassa stagione turistica e il clima della Sicilia. Ed è proprio da quest’ultimo che partiremo.

Il clima in Sicilia

La Sicilia è caratterizzata da un clima Mediterraneo lungo le coste e da un clima leggermente più continentale nelle zone interne dell’isola. Lungo le coste gli inverni sono miti, poco piovosi e di breve durata (a marzo si registrano temperature già primaverili), mentre le estati sono calde, ventilate e ben soleggiate.

Sicilia: quando andare
Il teatro di Taormina: uno degli scorci più suggestivi della Sicilia

Nelle zone collinari e montuose della regione si registrano inverni più lunghi e freddi ed estati molto calde, spesso molto torride quando il vento non arriva a mitigare l’aria calda proveniente dal sud.

Le precipitazioni sono concentrate soprattutto in autunno ed in inverno, anche se lungo le coste piove molto poco rispetto all’interno della regione. Infatti il paesaggio si presenta più arido e brullo a bassa quota e vicino al mare, per essere più verdeggiante e fitto quando invece ci si allontana dalle coste. Non si registrano mai temperature molto rigide, a parte quando la Sicilia viene investita dai venti freddi provenienti dalla Penisola Balcanica: in questo frangente può capitare che nevichi anche a basse quote, mente nelle zone collinari e montuose, in inverno, un po’ di neve cade sempre.

A Palermo si registrano temperature medie invernali intorno ai 12°C nei mesi più freddi, mentre a Catania e a Siracusa può scendere anche sotto i 10°C. Molto più basse sono le temperature registrate nei paesi nel centro della Sicilia, come Enna o Prizzi dove d’inverno molto spesso gela, nevica e la media stagionale si assesta intorno ai 4°C.

Come abbiamo accennato, la primavera comincia molto presto: a marzo si registrano temperature intorno ai 17°C e le piogge sono scarse se non assenti, soprattutto lungo le coste. Temperature molto alte, sempre intorno ai 17° – 18°C si registrano in autunno: in Sicilia è normale continuare a fare il bagno in mare anche a novembre inoltrato. L’estate è calda, con temperature spesso al di sopra dei 40°C soprattutto nei giorni in cui il vento dello Scirocco, proveniente dall’Africa, arriva sulle coste della Sicilia. In questi momenti, nei paesi e nelle città situate nel centro della regione, le giornate diventano quasi insopportabili. In estate non piove praticamente mai e il soleggiamento è ottimo da maggio fino a metà ottobre. La temperatura del mare sale da maggio in poi e c’è una differenza sostanziale dall’inverno (intorno ai 15°C) all’estate (25°C).

In generale, il periodo migliore per visitare la Sicilia è quello che va da fine maggio a fine settembre, ricordando però che i mesi centrali dell’estate sono molto caldi. Se dovessimo scegliere un mese ideale, sia per la vita da spiaggia, che per visitare le città, sceglieremo sicuramente settembre. Le giornate sono sempre lunghe, il soleggiamento è buono, non fa caldissimo come in luglio ed agosto, ci sono molti meno turisti, ma soprattutto il mare è caldo per fare dei lunghi e rilassanti bagni.

Alta e bassa stagione

L’alta stagione turistica coincide con l’estate: tutte le strutture ricettive sono aperte e pienamente funzionanti. In questo periodo i prezzi sono alti, soprattutto nel mese di agosto quando sono alle stelle. Le due settimane centrali di agosto, sono infatti considerate di altissima stagione. Per spendere decisamente meno e godere di uno dei momenti migliori per apprezzare appieno la Sicilia è consigliato il mese di settembre. Già dai primi giorni del mese le tariffe crollano, per scendere definitivamente dopo la seconda settimana.

In inverno, la bassa stagione, molte strutture chiudono per ristrutturazione o pausa invernale: di solito si tratta di villaggi vacanze e resort, mentre gli hotel e i bed and breakfast sono sempre aperti ed attivi. I prezzi per soggiornare durante l’inverno sono molto bassi, anche se difficilmente potrete sfruttare questa stagione per un tuffo al mare.

Eventi in Sicilia

La maggior parte delle feste e degli eventi sono a carattere religioso. Durante il vostro soggiorno, sia in inverno che in estate, non avrete nessuna difficoltà a trovare una suggestiva festa patronale dove potrete, dopo la funzione, mangiare ed assaggiare specialità locali, acquistare prodotti locali e ballare sulle note di qualche band locale. Nelle feste più importanti avvengono anche delle processioni per le vie cittadine, alle quali vi consigliamo di partecipare, visto che sono sempre molto particolari e coinvolgenti.

Alla stregua delle feste patronali, se non ancora più suggestive, sono le processioni organizzate durante la Settimana Santa: ogni cittadina vive la Pasqua alla sua maniera mettendo in scena spettacoli ed eventi diversi da una zona all’altra della regione.

A prescindere dalle feste religiose, soprattutto durante l’estate troverete numerosi appuntamenti con i festival che variano da quelli a carattere gastronomico come ad esempio il Ciocco Fest a quelli più generici come il Book Festival organizzato a Siracusa. Per ulteriori informazioni, vi consigliamo di recarvi in un ufficio turistico della zona, dove potrete segnarvi i giorni per assistere ad eventi e appuntamenti.


Vuoi chiederci qualcosa?

La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
Inserendo un messaggio, accetti la nostra privacy policy.
(* richiesto)